Michele Spanghero

Biografia

(Gorizia, 1979) L’attività artistica di Michele Spanghero spazia dal campo della sound art alla ricerca fotografica in modo versatile e coerente tanto da ricevere la nomina di “Miglior giovane artista italiano 2016” dalla rivista Artribune. Ha inoltre vinto il premio internazionale d’arte pubblica In Sesto (2015), il premio online al Blumm Prize a Bruxelles (2013) e il Premio Icona ad ArtVerona (2012).

Ha esposto e si è esibito in vari contesti internazionali quali Jardin des Tuileries (Parigi, Francia), Hyundaii Motorstudio (Pechino, Cina), School of the Art Institute (Chicago, USA), Darb 1718 Center (Il Cairo, Egitto), Museum of Modern Art (Istanbul, Turchia), Ars Electronica festival (Linz, Austria), Technisches Sammlungen (Dresda, Germania), Ambasciata Italiana (Bruxelles, Belgio), Festival Tina-B (Praga, Repubblica Ceca), Vžigalica Galerija (Lubiana, Slovenia).

Ha collaborato con importanti istituzioni museali in Italia. Si ricordano: il Mart (Rovereto), Palazzo Te (Mantova), Galleria Nazionale dell’Umbria (Perugia), Galleria Civica (Modena), Fondazione Bevilacqua La Masa (Venezia), Tempio di Adriano (Roma) e la partecipazione alla 16ma Quadriennale d’arte (Roma).

“Della Giovanardi mi hanno colpito la varietà di tecniche di lavorazione e la grande attenzione ai dettagli, alla qualità del prodotto; altrettanto mi hanno sorpreso la ricerca verso l’innovazione e la capacità di trovare soluzioni creative. E’ una realtà polimorfa che pare potersi adattare perfettamente alle diverse esigenze espressive di un artista.”

Prossimo artista

Patrick Tuttofuoco

Patrick Tuttofuoco